Piani di accumulo del capitale (PAC)

Lo strumento essenziale per la pianificazione finanziaria

Flessibilità e progressività rendono i PAC la soluzione ideale per chi vuole iniziare a costruire da zero un patrimonio, o per chi ha la volontà di incrementarlo.

Il PAC è un meccanismo semplice di risparmio forzoso che permette di accantonare una somma periodica in una forma di investimento a scelta.

I piani di accumulo godono di assoluta flessibilità nella periodicità (bisettimanale, mensile, bimestrale, trimestrale, semestrale, annuale) ed entità dei versamenti, nella durata e nella possibilità di sospendere o interrompere il piano inizialmente programmato senza alcuna penale.

Le somme minime da investire variano in base agli strumenti utilizzati. Alcuni non richiedono un versamento minimo iniziale, altri sì. L’importo periodico minimo in alcuni casi può consistere in soli 100 Euro a bimestre. Quindi sono uno strumento alla portata di tutti.

Il piano di accumulo del capitale si basa su una banalissima regola: più tempo si ha a disposizione rispetto al momento in cui si vuole raggiungere l’obiettivo, minore sarà il sacrificio richiesto in termini di accantonamento periodico da fare.

Il tempo è un grande alleato che permette di ridurre i rischi di insuccesso, ovvero di non avere la somma necessaria per realizzare l’obiettivo entro i tempi stabiliti, e di ridurre gli sforzi per raggiungere la meta prefissata, mediante il principio di rivalutazione delle somme investite.

Nel caso di un piano di accantonamento a medio (5 anni) o lungo termine (superiore a 5 anni), è raccomandabile sfruttare il principio matematico che sottintende il piano di accumulo il quale, attraverso i versamenti periodici in piccole tranche, permette di acquistare in automatico anche quando i prezzi sono particolarmente bassi e quindi mediare (si utilizza questo termine perché di fatto si fa una media aritmetica) i prezzi di acquisto.

Così facendo, già al primo cenno di rialzo dei prezzi è possibile registrare sul lotto acquistato ai prezzi più bassi un guadagno. Ad un recupero appena più sostenuto è possibile raggiungere il pieno pareggio e da quel punto in poi realizzare degli interessanti guadagni.

Per questi motivi è auspicabile investire in strumenti che si contraddistinguono per una elevata volatilità, per cui il saliscendi tipico dei mercati azionari diventa un’opportunità da sfruttare. Si raccomanda sempre e comunque una adeguata diversificazione (geografica, settoriale, valutaria).

Il PAC è lo strumento principe per chi vuole far fruttare i propri risparmi al fine di comperare casa e, oltre al mutuo, deve quindi disporre di un capitale iniziale per pagare una quota dell’abitazione, le spese notarili, le commissioni di intermediazione, l’arredamento.

Ma è perfetto anche per realizzare nuovi obiettivi futuri: una casa più grande, gli studi dei figli, una casa di villeggiatura, integrare la propria pensione.

I vantaggi

  • Elimina la componente stagionale dell’investimento
  • Riduce il rischio legato alle tempistiche dello stesso
  • Diluisce l’investimento in acquisti frazionati
  • Permette un accantonamento organizzato e costante
  • Risulta semplice da seguire e da implementare
  • Garantisce una buona flessibilità gestionale.

Cerchi maggiori informazioni sui PAC?

Fissa un appuntamento o chiedimi consiglio