Fondi pensione

Un risparmio forzoso per garantirsi una vecchiaia serena

La strategia giusta per pensare a un futuro sereno, quando non lavorerai più. Per non trovarti in difficoltà e garantirti uno standard di vita confortevole.

I fondi pensione sono uno strumento utile al risparmio sul lungo periodo, che hanno come scopo finale l’integrazione pensionistica e servono perciò a colmare il divario – inevitabile – tra la pensione pubblica e l’ultimo reddito percepito dal lavoratore.

La possibilità di aderire a un fondo pensione per la pensione integrativa è aperta a tutte le tipologie di lavoratori: dipendenti pubblici, dipendenti privati, lavoratori autonomi. Risulta una scelta utile e logica per qualunque soggetto, ma per questi ultimi in particolare è assolutamente necessaria, in quanto la loro pensione statale sarà particolarmente risicata.

I fondi pensione funzionano attraverso la capitalizzazione: ovvero, i contributi versati al fondo vengono destinati a un conto individuale intestato all’aderente, sul quale vengono sommati anche i rendimenti ottenuti nel corso degli anni.

Chi sottoscrive il fondo può scegliere tra diverse linee di investimento, dalla più cauta alla più aggressiva, e nel corso del tempo è possibile variare la propria linea, secondo obiettivi, necessità e situazione personale. Esistono infatti fondi pensionistici azionari (i più rischiosi e redditizi sul lungo periodo), bilanciati (metà azionari, metà obbligazionari), obbligazionari (piuttosto prudenti) e monetari (i più prudenti).

Per ottenere il massimo della rendita sul lungo periodo, è fondamentale aderire al fondo quanto prima possibile, versando anche una quota minima mensile che consenta però di beneficiare dei vantaggi, e adottare una strategia aggressiva, da ricalibrare man mano che ci si avvicina al momento della pensione, così da limitare i rischi negli ultimi anni di investimento.

Esistono diverse tipologie di fondi pensione, ciascuno con caratteristiche proprie.

Fondi pensione aperti, ovvero disponibili all’adesione di chiunque, individuale o collettivo, indipendentemente dalla categoria lavorativa, che possono essere costituiti da banche, imprese assicurative, società di intermediazione immobiliare o società di gestione del risparmio.

Piani individuali pensionistici, che possono essere istituiti esclusivamente da imprese assicurative e sono aperti solo ad adesioni individuali.

Fondi pensione chiusi, ovvero con adesione collettiva riservata a specifiche categorie di lavoratori, regolamentata attraverso accordi o contratti collettivi di lavoro.

I più grandi vantaggi dei fondi pensione

  • Migliore tenore di vita futuro.
  • Maggiore tutela previdenziale.
  • Vantaggi fiscali nella fase di contribuzione.
  • Tassazione migliore in sede di prestazioni.

Cerchi maggiori informazioni sui fondi pensione?

Fissa un appuntamento o chiedimi consiglio